TRECCIA RUSSA SEMI INTEGRALE AI TRE BASILICI

La mia versione di “Treccia Russa” con tre tipi di basilico , profumatissimi, all’anice, al limone e alla cannella!!

Vi starete chiedendo dove li ho trovati….i semi di queste varietà, insieme a tante altre delizie, mi sono state regalate dalla mia carissima amica Ely , una giovane foodblogger e talentuosa scrittrice che, con la sua dolcezza, sensibilità e affetto, riesce sempre a farmi regali che mi stupiscono e mi emozionano. 
Questo è il suo stupendo blog  “Il Rovo di Bosco”  . 

Durante la mia vacanza in Valle d’Aosta, ci siamo, finalmente, incontrate ed è stato come se ci conoscessimo da sempre!! chiacchere, abbracci, emozioni, foto, grazie al suo fidanzato , bravissimo fotografo…insomma…un magico ritrovarsi con la promessa solenne di rivederci, al piu’ presto.
Ely conosce anche la mia passione per le piante e riesce a trovare semi incredibili, tra i quali questi basilici. 
Appena tornata li ho seminati e, dato che quì è sempre estate, sono germinati immediatamente e copiosissimi. Insomma, nell’arco di qualche settimana, erano già piantine cresciute e pronte al consumo quindi…oltre a condire insalate stupende, cosa potrei fare??? quì interviene la Fatina Ely che mi suggerisce di abbinare questi profumi al “dolce”……da questo suggerimento nasce la mia Treccia Russa !! non vi dico il profumo che ha inondato la casa…il gusto dei basilici frullati con zucchero di canna e noci , racchiuso in una sofficissima brioche….INEBRIANTE!
La miscela di farine, tra le quali la Quinoa che non avevo ancora provato e quella di Segale, gustosa e profumata, ha reso la brioche, lievemente piu’ rustica, piu’ saporita ma ugualmente soffice. Ottima per colazione, si mantiene perfettamente per due o tre giorni ma si può anche congelare a fettine.
quindi , non mi dilungo e passo alla ricetta


Ingredienti per la brioche (con questa dose mi sono venute 2 trecce)
– 400 gr. farina di grano tenero Ruggeri
– 60 gr. di burro
– 100 gr. latte tiepido
– 1 uovo + 1 tuorlo per spennellare le trecce
– 60 gr. farina di segale Ruggeri
– 60 gr. farina di quinoa Ruggeri
– 1 bustina lievito disidratato
– 50 gr. di zucchero
– 1 pizzico di sale
– 2 cucchiaini di cannella macinata
– semi di mezza bacca di vaniglia

Ingredienti per la farcitura:
– 50 gr. burro fuso
– 50 gr. zucchero di canna
– 100 gr. gherigli di noci
– 50 gr. di foglie di basilico ( dei vari profumi)

Procedimento manuale:
– inserire nella planetaria le farine, lo zucchero, il lievito, il latte tiepido, la cannella macinata e l’uovo intero e la vaniglia
– impastare a vel. 2 sino a che diventerà un impasto liscio
– aggiungere l’uovo e fare assorbire
– aggiungere il burro , in piccole quantità, e fare assorbire
– quando l’impasto si staccherà dalle pareti, sarà incordato e quindi potrete trasferirlo in una ciotola, coprirlo con della pellicola e un pile e lasciate lievitare sino al raddoppio
– nel frattempo in un mixer, io nel Bimby, inserire lo zucchero di canna, le noci e i le foglie dei basilici aromatici e frullare bene
– fondere il burro senza fare bollire
– quando l’impasto sarà lievitato, stenderlo in un rettangolo di circa 40 cm.x 60 cm
– spennellare bene con il burro fuso
– cospargere uniformemente con il trito di basilici, noci e zucchero di canna
– arrotolare
– si formerà un rotolo lungo che taglierete in due parti
– per ogni rotolo, tagliare una estremità e mettere da parte
– tagliare il rotolo longitudinalmente, come da foto, lasciando qualche centimetro , intero, di una estremità
– arrotolare le due parti ottenute, facendo passare, da sotto, l’estremità intera
– chiudere le due estremità inferiori e poggiare sopra la sezione tagliata, come una rosellina
– inserire la treccia in uno stampo da plum cake, foderato di carta forno e lasciare lievitare, nuovamente, per circa mezz’ora
– accendere il forno a 200°
– prima di infornare la treccia, spennellarla con un tuorlo mescolato a 2 cucchiaio di latte
– infornare, in forno caldo a 200° per 20 minuti
– ovviamente vi consiglio di infornare entrambe le trecce, insieme

Procedimento Bimby
– inserire nel boccale  le farine, lo zucchero, il lievito, il latte tiepido, la cannella macinata e l’uovo intero e la vaniglia 30 sec. vel 6 e 2 min vel. Spiga
– aggiungere l’uovo e fare assorbire 30 sec. vel. Spiga
– aggiungere il burro , in piccole quantità, e fare assorbire 4 min vel. Spiga
– quando l’impasto si staccherà dalle pareti, sarà incordato e quindi potrete trasferirlo in una ciotola, coprirlo con della pellicola e un pile e lasciate lievitare sino al raddoppio
– nel frattempo  inserire  nel boccale lo zucchero di canna, le noci e i le foglie dei basilici aromatici e frullare bene 15 sec. vel. Turbo
– fondere il burro senza fare bollire
– quando l’impasto sarà lievitato, stenderlo in un rettangolo di circa 40 cm.x 60 cm
– spennellare bene con il burro fuso
– cospargere uniformemente con il trito di basilici, noci e zucchero di canna
– arrotolare
– si formerà un rotolo lungo che taglierete in due parti
– per ogni rotolo, tagliare una estremità e mettere da parte
– tagliare il rotolo longitudinalmente, come da foto, lasciando qualche centimetro , intero, di una estremità
– arrotolare le due parti ottenute, facendo passare, da sotto, l’estremità intera
– chiudere le due estremità inferiori e poggiare sopra la sezione tagliata, come una rosellina
– inserire la treccia in uno stampo da plum cake, foderato di carta forno e lasciare lievitare, nuovamente, per circa mezz’ora
– accendere il forno a 200°
– prima di infornare la treccia, spennellarla con un tuorlo mescolato a 2 cucchiaio di latte
– infornare, in forno caldo a 200° per 20 minuti
– ovviamente vi consiglio di infornare entrambe le trecce, insieme