POMODORINI CONFIT


Adoro i pomodorini “confit”.  
Deliziosi, profumati, sempre pronti, risolvono , con tanto gusto, un antipasto veloce, un aperitivo sfizioso e raffinato oppure un piatto

di spaghetti. 
“Confit” è una particolare tecnica di conservazione, francese, utilizzata sia per i pomodori che per altri ortaggi. In particolare i pomodori confit, vengono caramellati in forno, dopo esser stati preparati con zucchero, sale, pepe, olio e spezie e cotti i forno.
Io ho usato dei pomodorini “datterini” particolarmente dolci e profumati ma si può utilizzare qualsiasi varietà di pomodori e di qualsiasi dimensione.
Si possono consumare al momento, oppure conservati in frigo, coperti di buon olio d’oliva e anche si prestano per confezionare tanti bei vasetti per la nostra dispensa invernale oppure per dei graditissimi regalini homemade. 

La preparazione è semplicissima e, vi assicuro, non potrete piu’ farne a meno !!


Ingredienti:
– 1 Kg di pomodorini

– 2 cucchiai di zucchero semolato
– 2 cucchiaini di sale fino
– 2 cucchiai di origano secco
– 1 cucchiaio di timo fresco o secco
– 1 cucchiaio di maggiorana fresca o secca
– 2 cucchiai di menta tritata
– 1 cucchiaino di aglio in polvere oppure 2 spicchi d’aglio fresco tritati finissimi
– olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:
– lavare i pomodorini e tagliarli a metà
– disporli in una teglia foderata con carta forno con la parte tagliata verso l’alto 
– preparare il trito aromatico mescolando insieme gli ingredienti e cospargere, uniformemente, i pomodorini
– infornare, in forno caldo a 120°  per 2 ore o anche un pò piu’, dipende dal forno e dalla quantità di acqua di vegetazione  dei pomodorini
– togliere dal forno e condire con olio extravergine d’oliva

se si vogliono conservare per l’inverno, riempire dei barattoli di vetro a chiusura ermetica sino a 1 cm dal bordo
– inserire una foglia d’alloro e coprire d’olio. Lasciare riposare mezz’ora e , se necessario, aggiungere olio per coprire i pomodorini
– chiudere i barattoli e sterilizzare a bagnomaria per 25 minuti, dal bollore
– lasciare raffreddare nella pentola
– quando saranno freddi, riporli in dispensa al buio


CONDIMENTO PER BRUSCHETTA AI PEPERONI


Oggi vi propongo un condimento ai peperoni per bruschette.

Tempo di bruschette da mangiare durante le allegre tavolate estive, versatili, stuzzicanti , colorate, risolvono l’antipasto con gusto!! Ma è anche tempo di conserve e, come sapete, io adoro racchiudere nei barattoli i sapori e profumi dell’estate e riempire la mia dispensa di tanti buoni vasetti, utili per la famiglia ma anche graditissimi doni per parenti e amici , per le prossime Festività. 
Quindi….mettiamoci all’opera!!



Ingredienti:
– 2 kg di peperoni di vari colori (io rossi)
– 100 gr. di capperi salati
– 1\2 l. di aceto di vino bianco
– 1\2 l. di vino bianco
– 1 cucchiaio di sale
– peperoncino macinato
– 1 cucchiaio di aglio in polvere
– 2 cucchiai di origano
– 10 chiodi di garofano
– 3 foglie di alloro
– olio d’oliva extravergine 
– barattoli di vetro
Procedimento:
– lavare i peperoni, togliere il picciolo e i semi e tagliarli a fettine oppure a quadrotti
– in una capiente pentola versare l’aveto, il vino, il sale, i chiodi di garofano e le foglie di salvia e portare a bollore
– quando il contenuto della pentola sarà a bollore, versare i peperoni spezzettati e cuocere, da quando si alzerà nuovamente, il bollore, per 3 minuti a fuoco forte
– scolare i peperoni e metterli su una tovaglia pulita, ben sparsi, ad asciugare per una notte
– trascorso questo tempo, mettere i peperoni in un contenitore capiente e aggiungere il peperoncino tritato, l’aglio in polvere, i capperi ben dissalati, l’origano e l’olio d’oliva e mescolare bene
– assaggiare e, eventualmente, aggiustare di sale
– riempire i barattoli di vetro sino a 2 dita sotto il bordo e ricoprire con olio d’oliva
– chiudere bene i barattoli e metterli in una capiente pentola. Coprirli d’acqua , mettere il coperchio e portare ad ebollizione
– lasciare bollire per 50 minuti dal bollore e spegnere il fuoco. Lasciare i barattoli dentro la pentola sino a che saranno completamente freddi
– togliere i barattoli dalla pentola, asciugarli e riporre in una dispensa, al buio
– si conservano perfettamente per 2 anni

SUGO PRONTO DI ZUCCHINE, NOCI E POMODORI SECCHI

Un ottimo sugo pronto di zucchine, noci e pomodori secchi per mangiare bene anche quando c’è poco tempo.

Finalmente ritorno nel mio amato blog…dopo un lungo periodo di assenza. 
Non si è trattato di mancanza di idee o di tempo ma , ho dovuto, raccogliere i miei “cocci” e riacquistare un pò di equilibrio…
Alcune settimane fa, mio figlio, il mio unico figlio, ha ricevuto una proposta di lavoro molto gratificante….e allora, starete pensando,….FINALMENTE !! 
Dopo tanti sacrifici, tanto lavoro troppo spesso non retribuito da criminali datori di lavoro , dopo speranze e troppe delusioni nella nostra amata Terra, la Sicilia, finalmente un’occasione importante e, finalmente , adeguata a tutti i titoli conseguiti, che, ovviamente, non si poteva rifiutare….. ma….in Valle d’Aosta !!!
Meravigliosa regione d’Italia , a misura d’uomo dove tutto o quasi tutto funziona bene e che riesce pure a dare lavoro….incredibile !! 
Da subito ho incoraggiato e sostenuto mio figlio in questa scelta ma, dentro di me, è stato uno strazio immane !! 
tutto ciò , contro cui, ho lottato in questi anni, si è materializzato!! 
Lo so….ormai tutti i nostri giovani sono costretti a cercare lavoro lontano…anche all’estero!! 
So di non essere la prima e , purtroppo, neanche l’ultima mamma , a soffrire tanto…ma, ho bisogno di metabolizzare, ho bisogno di adattarmi a questa nuova condizione e perciò, anch’io sono entrata a far parte del “CLUB DELLE MAMME TERRONE” !! 
Mi sono stordita nella preparazione di tanti vasetti, di tanti condimenti pronti anche se  Luca cucina molto bene! Ma la dispensa ben fornita  gli permetterà, anche se ritorna molto stanco, di preparare velocemente un salubre e gustoso piatto di pasta !!
Questa è la prima ricetta e ve la consiglio anche se i vostri figli non sono lontani!!
Si tratta di una crema di zucchine genovesi trifolate con pomodori secchi sott’olio e noci. Un mix di gusti e profumi sempre graditi e con la solita attenzione alla salubrità. Potrete consumarlo al momento o, come me, preparare delle conserve. 
Basterà sterilizzare i barattoli di condimento, a bagnomaria, per 45 minuti, dal bollore. Conservare in dispensa, al buio.


Ingredienti per 4 persone:
– 1 kg di zucchine genovesi
– 150 gr. di noci sgusciate Lattanzi
– 100 gr. di pomodori secchi sott’olio
– 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato
– 1 spicchio d’aglio tritato
– 1 peperoncino
– 30 gr. di olio extravergine d’oliva
sale q.b.

Procedimento:
– lavare le zucchine, togliere le estremità e tagliarle a pezzetti
– in una pentola versare l’olio e aggiungere il prezzemolo, l’aglio e il peperoncini tritati
– soffriggere a fuoco basso per 1 minuto e aggiungere le zucchine
– mescolare e cuocere a fuoco medio per 5 minuti
– nel frattempo tostare lievemente le noci in una padella antiaderente e farle raffreddare
– in un mixer (io nel Bimby) frullare le zucchine cotte con le noci e i pomodori secchi
– aggiungere una manciata di prezzemolo fresco e mescolare
– riempire i barattoli di vetro e chiudere bene i coperchi
– inserire i barattoli pieni in una pentola con i bordi alti, coprire d’acqua e portare a bollore
– sterilizzare per 45 minuti da quando si è alzato il bollore
– lasciare raffreddare i barattoli dentro la pentola
– togliere i barattoli dall’acqua e riporli in dispensa al buio o….spedire ai figli lontani!!

CONDIMENTO PER BRUSCHETTA DI ZUCCA E OLIVE NERE

Zucca e olive nere!! un abbinamento deliziosissimo sia dal punto di vista cromatico e, si sa, si mangia anche con gli occhi,

sia per il gusto!! 
Questi due ingredienti, così diversi, uno dolce, l’altro amarostico, danno vita ad una conserva versatile, gustosa, stuzzicante e anche bella da vedere!!

Potrete gustarlo su pane casereccio , con formaggi piccanti e salumi di ogni tipo….mi raccomando, però , di aggiungere un buon bicchiere di vino e avrete il miglior “apericena” possibile!!! 
Vi consiglio di prepararne una buona quantità e conservarlo per le grigliate primaverili e, perchè no, per quelle ferragostane. Basta sterilizzare i vasetti e avrete questa ottima conserva per tutto l’anno!!
Piatto da portata e ciotolina in terracotta “Artigiana Vasai”
Ingredienti:
– 1 kg di zucca già mondata e tagliata a pezzi
– 250 gr. di olive nere denocciolate
– 1 cucchiaio di peperoncino macinato
– 1 cucchiaio di aglio secco in polvere
– 1 cucchiaio di basilico secco (facoltativo)
– 1\2 l. olio d’oliva extravergine
– 1\2 l. aceto di vino bianco
– 1\2 l. di vino bianco
– 1 cucchiaio di sale
– 5 chiodi di garofano e 10 foglie d’alloro
Procedimento:
– sbucciare la zucca e togliere i semi. Tagliare la polpa a pezzi e con un robot di cucina o una mandolina ridurre i pezzi a julienne
– in una capiente pentola versare l’aceto, il vino, il sale, i chiodi di garofano e due foglie d’alloro
– portaread ebollizione il composto e versare la zucca a julienne
– cuocere per 3 minuti dal bollore
– scolare bene la zucca e stenderla su una tovaglia per una notte, in modo che perda un pò di liquidi
– denocciolare le olive e tagliarle a pezzettini
– in un largo contenitore mescolare bene la zucca sbollentata con le olive, il peperoncino, l’origano, il sale, l’aglio in polvere e l’olio d’oliva
– aggiustare di sale se necessario
– servire 
Per conservare questo antipasto, riempire dei barattoli di vetro con chiusura ermetica, già sterilizzati, coprire d’olio, chiudere bene e sterilizzare, a bagno maria, per 45 minuti, dal bollore
-lasciare raffreddare nella pentola 
– conservare al buio in dispensa











Conserva di melanzane

Tagliare le melanzane, metterle in un vaso pieno d’acqua e conservare per una notte. Scolare e far riposare per mezza giornata. Far bollire in aceto per 4 minuti, scolare e far riposare per 1 giorno. Tritare sedano, peperoni, una testa d’aglio e unire poco origano, alternare in un contenitore melanzane verdure per poi condire con molto olio.

Giardiniera

Passare i pomodori e cuocerli, quindi, rimuovere il liquido e aggiungere le verdure a piccoli pezzi in ordine decrescente rispetto al tempo di cottura. Far raffreddare e aggiungere tutti gli altri ingredienti. Chiudere in contenitori ermetici e aggiungere olio.

Fagiolini in conserva

Lavare i fagiolini e chiuderli in dei piccoli recipienti, bollire dell’acqua da far raffreddare e versare sui fagiolini. Aggiungere 2g di acido ascorbico per 1 lt d’acqua. Bollire i vasi per 20 minuti e lasciarli raffreddare.

GELATINA DI CLEMENTINE E SCORZETTE DI LIMONI

La Gelatina di Clementine è già una conserva golosa e profumatissima ma, se per pura fortuna, riusciamo ad avere anche
dei limoni freschissimi , SICILIANI e con la scorza non trattata , quindi edibile, il risultato è da sogno!!!
Molto spesso leggo e, comunque, mi viene riferito da amiche foodbloggers che vivono al nord, della difficoltà di acquistare buoni agrumi, siciliani, freschi e non trattati per poter utilizzare la preziosissima buccia per qualsiasi preparazione, dolce o salata. 
Purtroppo, nei supermercati, quasi sempre si trovano in vendita agrumi provenienti dall’estero, dal Nord Africa, dall’Argentina…quindi da Paesi che non hanno i nostri controlli, per quanto riguarda l’uso di pesticidi ma che presentano un aspetto “finto”…brutti, troppo perfetti, con la buccia trattata con paraffine e altri veleni per renderli lucidi e appetibili. Bisogna rifuggire e boicottare questi prodotti nocivi, oltre che costosi.
Io ho una grandissima esperienza in fatto di agrumi perchè, i miei nonni paterni avevano immense estensioni di coltivazioni e so riconoscere un frutto genuino, non trattato e salutare.
Quando mi è arrivata la campionatura dell’azienda agricola  Gaetano Valenti  di Siracusa 

,mi sono ritrovata indietro nel tempo….frutti freschissimi, con la foglia , buccia lievemente imperfetta, opaca,  quindi non irrorati di veleni nè trattati con paraffine. Per noi che amiamo cucinare e siamo sempre impegnate nella ricerca degli ingredienti salubri e locali, questi agrumi sono una vera Fortuna !!
Vi esorto a provarli, vengono spediti in tutta Italia con il corriere e arrivano in pochissimo tempo. Provate a fare un ordine misto, cioè di tutte le varietà disponibili: limoni, arance, clementine, cedri, mandarini…in modo da avere una buona e varia scorta di gusto e vitamine. 
Del resto, messi in una cesta e tenuti nei balconi, con le temperature invernali si mantengono alla perfezione per parecchie settimane.
Ho provato , per prime, le clementine. Profumatissime, senza semi e dolcissime. Con il loro succo ho preparato una gelatina alla quale ho anche aggiunto delle scorzette di limone. Deliziosa!!! 

versatile, da mangiare a cucchiaiate, sulle fette biscottate per colazione o per farcire golose crepes per una sana merenda, per arricchire creme e gelati, per farcire crostate e rotoli di Pan di Spagna. Il connubio clementine e limone è inusuale ma perfetto. Provatela e fatene una scorta!!!!
Ingredienti:
– 1 l. di succo di clementine
– 300 gr. di zucchero semolato
– 2 limoni succo e scorza
– 1 busta di pectina 3:1
Procedimento:
– spremere le clementine e mettere il succo da parte
– togliere la buccia dei due limoni, solo la parte gialla e spremere i limoni aggiungendo il succo al succo delle clementine
– bollire le scorze di limoni per 3 minuti, per tre volte e cambiando l’acqua ogni volta
– affettare a julienne le scorzette bollite dei limoni e mettere da parte
– in una pentola larga versare lo zucchero e la pectina e mescolare 
– aggiungere i succhi e mescolare bene
– cuocere a fuoco basso mescolando sino a che raggiunge il bollore
– dal bollore , cuocere per 15 minuti
– a fine cottura aggiungere le scorzette di limone a pezzetti e mescolare
– invasare la gelatina bollente in barattoli sterilizzati, chiudere ermeticamente e lasciare raffreddare


Confettura di patate americane

Per soli venti minuti lasciate cuocere le patate in acqua bella e salata non molto.

In una pentola di coccio a fondo pesante su fuoco generoso e vivo fate sciogliere in 33 cl di acqua lo zucchero; scolate e sbucciate le patate meravigliose e passatele si che possiate ottenerne una mousse calda e cremosa con l’aggiunta di una brevissima noccpola di burro; state attenti che al passar delle patate il purè deve letteralmente cadere nell’acqua sciroppata, magari lasciate che qualcheduno vi aiuti nel girare ben bene con dell’aggiunta di cacao amaro, scorza di limone, vaniglia e cannella.

Fate cuocere il brodetto a fiamma bassa per circa un’ora mescolando continuamente; a cottura raggiunta raccomandiamo di eliminare gli aromi e di versare il composto nei barattoli lindi col Cognac; dovete star attenti che sul fondo del prodotto non restino imprigionate bolle d’aria: l’unica situazione buona per eliminarle è battete delicatamente il fondo dei vasi sul vostro tavolo difeso da un canovaccio ripiegato in quattro parti.

Sigillate i vasi con della paraffina, un coperchio e lasciatela riposare per un tempo che vi parrà sufficiente; siccome la confettura è artigianale e senza conservanti una volta aperta va consumata subito.