BISCOTTI ALLA BANANA E CANNELLA


I biscotti con banana e cannella diventano un vero “comfort food” nei momenti critici e cioè quando ci assale
quell’irrefrenabile voglia di sgranocchiare qualcosa. 
Golosi, poco dolci e realizzati con un mix di farine per non perdere di vista la salubrità. 
Io non sono una fanatica del “senza”….senza glutine, senza burro, senza uova ecc.
Da tempo seguo i consigli alimentari che mi sono stati forniti durante i corsi di cucina salutistica che ho frequentato e che condivido completamente ma , senza eccessi, in un senso o nell’altro. 
In questi deliziosi biscotti, perfetti per una pausa dolce , ho inserito una percentuale di farina di TEFF , un cereale ricchissimo di fibre, calcio, potassio e ferro, per integrare la nostra alimentazione in modo naturale.
Quindi possiamo fare un “peccatuccio” ,a fin di bene,  per la nostra salute !!

                                                      tovagliette e piatto Greengate

Ingredienti:
– 250gr, farina di grano tenero Ruggeri
– 70 gr. di farina di TEFF  Ruggeri
– 80 gr. farina di segale Ruggeri
– 1 bustina di lievito per dolci
– i semi di mezza bacca di vaniglia
– 120 gr. olio di mais
– 140 gr. zucchero di canna
– 2 uova intere
– 200 gr. banane schiacciate
– 1 cucchiaio di cannella macinata grossolanamente

Procedimento:
– tritare finemente i semi di lino e mettere da parte
– in un mixer (io nel Bimby : 1 min. vel 6) mescolare bene tutti gli ingredienti sino ad ottenere un impasto omogeneo , avvolgere nella pellicola e tenere in frigo per 30 minuti
– riprendere l’impasto e formare delle palline grandi quanto una noce
– adagiare i biscotti su una placca rivestita da carta forno
– infornare a 180° per 15 minuti
– sfornare e lasciare raffreddare

BISCOTTI DI FROLLA VEGAN , NOCI, MANDORLE E SPEZIE

I biscotti di frolla vegan erano una delle tante cose da fare, prima o poi.

Dovevo mettere in pratica le nozioni che ci erano state date durante i corsi di cucina salutistica ai quali ho partecipato.

L’imperativo è quello di introdurre nella nostra alimentazione , quotidianamente, frutta secca e semi, così ricchi di oligoelementi nobili che ci aiutano a mantenerci sani.
Avevo qualche perplessità sulla duttilità di un impasto così ma mi sono, completamente, ricreduta!!
Quindi ho provato a fare dei biscotti gustosi, senza grassi animali, senza uova, ma arricchiti dalle noci , semi secchi e profumi della mia Terra! 
Ammetto che il risultato ha superato ogni mia piu’ rosea previsione . Sono venuti dei biscotti friabili e profumati. Perfetti per il languorino di metà mattinata o per la merenda . La quantità di frolla che ho ottenuto con queste dosi l’ho utilizzato per fare i biscotti e anche una crostata.


Ingredienti:
– 250 gr. farina di grano tenero macinata a pietra Ruggeri
– 250 gr. farina di farro Ruggeri
– 140 gr. olio di mais   oppure  200 gr. margarina
– 200 gr. zucchero a velo
– 80 gr. acqua
– 3 cucchiai di gherigli di noci LATTANZI
– 2 cucchiai di semi di sesamo
– 2 cucchiai di semi di girasole
– 2 bacche di anice stellato
– 2 semi di cardamomo
– la scorza grattugiata di 2 mandarini non trattati
– vaniglia semi
-1 cucchiaino di lievito per dolci

Procedimento:
– tostare lievemente i gherigli delle noci
– frullare finemente le noci tostate, i semi di sesamo, i semi di girasole, le bacche di anice stelalto e i semi di cardamomo
– grattugiare la scorza dei mandarini
– emulsionare l’acqua e l’olio
– in una impastatrice o nel mixer o in una ciotola, mettere la farina con tutti gli ingredienti e impastare sino ad ottenere una frolla liscia
– stendere l’impasto piuttosto spesso, mezzo dito
-. formare dei biscotti della forma desiderata
– infornare in forno caldo a 170° per 10 minuti

OSSA DI MORTO biscotti tipici siciliani per la Festa di Ognissanti

 Le ossa Di Morto o anche Mustazzola.
Un altro classico della pasticceria siciliana .
Narra la tradizione che, la mattina del 2 Novembre, giorno della Commemorazione dei Defunti è usanza far trovare, ai bambini buoni, dei dolcetti lasciati dai familiari che sono “mancati” , come se fossero ancora tra loro.
E’ una bellissima usanza che alleggerisce il concetto di Morte , per i bambini.
Questi biscotti , insieme ad altri dolcetti tipici, venivano messi in cestini , spargendo per casa un magnifico profumo di zucchero caramellato, cannella e chiodi di garofano.
Il procedimento per realizzarli è inusuale….si forma un impasto dove , la percentuale di zucchero è maggiore della farina, si aromatizza con i chiodi di garofano e la vaniglia. Si formano dei biscotti che, posizionati sulle teglie, dovranno asciugare all’aria per 3 giorni , o anche a casa vicino una fonte di calore, senza mai voltarli. In questo modo la superficie si asciuga mentre, la parte a contatto con la teglia, rimane umida. 
Quando si infornano, accade un miracolo!!! la parte inferiore del biscotto, umida, a contatto con la teglia calda, si scioglie ed esce parte dell’impasto interno, con alta percentuale di zucchero, che si caramellizza sprigionando un profumo celestiale.
Da noi si mangiano anche durante le Feste di Natale e si mantengono perfettamente se chiusi in una busta.
ecco la ricetta:
Tazza e piattino in porcellana GreenGate

Ingredienti:
– 500 gr. di farina di grano tenero macinato a pietra Ruggeri
– 600 gr. di zucchero semolato
– 140 gr. di acqua
– 2 cucchiaini di chiodi di garofano macinati F.lli Nuccio-Palermo
– 1 cucchiaino di cannella F.lli Nuccio-Palermo

Procedimento:
– in una casseruola sciogliere, a fuoco bassissimo (non deve bollire) lo zucchero e l’acqua
– in una planetaria o in un mixer mettere la farina e le spezie
– aggiungere lo sciroppo di zucchero e lavorare sino ad ottenere un composto liscio e omogeneo
– formare dei salsicciotti di 2 cm di diametro e tagliare dei tocchetti
– schiacciarli lievemente con i rebbi della forchetta
– disporre su una teglia, coperta da cartaforno e lasciare asciugare per 3 giorni
– infornare a 170° per 10 minuti

la parte superiore del biscotto asciugata

la parte inferiore del biscotto ancora umida

con questa ricetta partecipo al programma di affiliazione