Limoncello

Più che un liquore, il limoncello è un arte, tante sono le varianti e tante sono le modalità di preparazione ma l''unica cosa necessaria per ottenere un limoncello come Dio vuole sono i limoni di Sorrento e/o di Capri. Per prima cosa lavate in acqua corrente i limoni e tagliate le bucce a listarelle, attenzione a non includere la parte bianca, la quale essendo amara rovinerebbe tutto. Prendete le listarelle di buccia di limone emettetele in infusione nell'alcol puro e lasciatele stare per 10/15 giorni, il tutto deve essere sigillato per evitare fuoriuscita di alcol ma soprattutto per non dispendere il profumo. Alla base di un buon limoncello è importante anche la passione... si la passione perchè il tutto va fatto con cura e senza fretta, pertanto se avete fretta e non volete aspettare almeno 10 giorni per l'infusione meglio se comprate una bottiglia di limoncello già pronta. Trascorsi a questo punto i 10 giorni, meglio ancora se 15, versate acqua e zucchero in una pentola e fate cuocere a fuoco basso fino a che lo zucchero non si sarà disciolto completamente, non dimenticate ogni tanto di girare. Quando lo sciroppo di acqua e zucchero sarà pronto lasciatelo raffreddare per qualche ora, dopodichè mischiate lo sciroppo con l'infuso di bucce di limone. Il limoncello è quasi pronto, dovete solo filtrare il tutto da una bottiglia all'altra per almeno 2/3 volte aiutandovi con un imbuto e della carta filtrante, all'ultima filtrazione strizzete bene tutte le bucce di limone. Chiudete bene la bottiglia e per almeno un mese dimenticatela. Trascorso il mese potete gustarvi un ottimo limoncello fatto in casa. Per godere appieno del limoncello, servitelo rigorosamente molto freddo!

Brodo di Polpo

Il Brodo di polpo, brodo di polipo o meglio ancora nel suo nome originale partenopeo "Brodo 'e Purpo" è una ricetta tipica napoletana che veniva preparata anticamente per le strade di Napoli. La preparazione è molto semplice, prendete il polipo e fatelo cuocere in acqua salata dopo averlo ovviamente pulito. Immergete il polipo nell'acqua solo dopo che essa sia arrivata ad ebollizione e fatelo cuocere per circa 35 minuti o comunque fino a che non lo sentirete "calloso" al punto giusto, per accertarsi del punto di cottura basta semplicemente punzecchiare il polpo con una forchetta. A cottura ultimata tagliate i tentacoli e metteteli da parte, tutto quello che avanza dal polpo potete farlo all'insalata, ma tornando al brodo di polpo, prendere un pezzo di tentacolo tagliato o meglio la "ranfa" o "ranfetella" e mettela in una tazza, versate il brodo ed il pepe. Il brodo di polpo è pronto! Se si ha il raffreddore, con un pizzico di pepe extra, il brodo di polipo è ottimo anche come rimedio casalingo.

Carote sott’aceto

Pelate le carote, tagliatele nella forma di bastoncini e sbollentarle in acqua leggermente salata. Vi basteranno cinque minuti di bollore. Fate attenzione di lasciare che le carote marinino per due mesi circa in vasetti colmi di aceto, pepe, basilico in abbondanza e una piccola carica di zucchero.

Spaghetti light

Tagliate i pomodori a tocchetti e fateli morire in una padella con dell'olio abbastanza caldo che ha precedentemente imbiondito uno spicchio d'aglio bello bello. Fate attenzione che, sfumati, i pomodori sprigionano dell'acqua succosa, dunque correte ad aggiungere sale e peperoncino e tanto, tanto basilico fresco e profumoso. Prim' ancora che che tutto si asciughi aggiungete la mozzarella a pezzetti, mescolate il tutto e conditeci gli spaghetti.

Biscotti al pepe

Burro e miele sbattuto in una ciotola preferibilmente di vetro, aggiungete farina e tuorli d'uovo con del latte e rimestate bene bene. Dovete trovarvi nella ciotola un impasto compatto. Aggiungete lievito e le spezie e lasciate cuocere per venti minuti. Servite con del té o se preferite anche del buon vino.

Biscotti a esse

Togliere il burro dal frigo 1 ora prima, lavorare il burro fino a che diventa cremoso, aggiungere lo zucchero poi le uova e la buccia di limone grattugiata lavorare ancora ed aggiungere la farina. Infornare a 180 gradi per 20 minuti circa. Farli raffreddare e bagnarli una metà nel cioccolato sciolto precedentemente a bagnomaria.

Zuppa di cipolle

Tagliare le cipolle e farle soffriggere per circa una ventina di minuti con l'olio di oliva a fuoco molto basso per non bruciarle. Aggiungere il brodo, il sale, il pepe e lasciar cuocere per altri 40 minuti circa. A cottura ultimata aggiungere il parmigiano e mescolare. Servire con dei crostini di pane.

Crema di limone

Sbucciare i limoni che devono essere ben maturi evitando che nella buccia rimanga il bianco; conservare la buccia in alcool in un contenitore di vetro chieso per 30 giorni; rivoltare il contenuto ogni due giorni; eliminare la buccia e cuocere in un litro d'acqua lo zucchero mentre bolle il latte; mischiare il latte, l'alcool e l'acqua zuccherata, lasciar raffreddare e mettere i freezer. Servire freddissimo.

Pesce spada al pangrattato

Tagliare 4 fette di pesce spada e pulirle lasciando solo la polpa, impanare con pangrattato, aglio, prezzemolo e salare. Infornare con olio a 200° fino a doratura rigirando a metà cottura e aggiungendo un po' di vino pochi minuti prima sfornare.

Pollo agli aromi

Mettere in una casseruola antiaderente i pezzi di pollo e farli leggermente colorire, poi aggiungere 1 bicchiere di vino bianco, il rosmarino, l'origano, sale e pepe, coprire e far cuocere a fuoco basso fino a che il vino non sia evaporato. Portare a cottura aggiungendo brodo vegetale e/o vino bianco.