Timballo di riso (a modo mio)

Una ricetta gustosa per gli amanti del riso!

Ingredienti

Olivo evo
Aglio q.b.
500 gr di riso parboiled
750 ml di salsa di pomodoro
200 gr di prosciutto a cubetti
300 gr di funghi champignon
Sale q.b.
165 gr di Crescenza
4 foglie di basilico

Procedimento:

In una pentola mettere a rosolare l’aglio tagliato finemente in 2 cucchiai di olio evo;
Unire i funghi champignon lavati e tagliati a fette sottili (Si possono utilizzare anche quelli in scatola che si trovano al supermercato);
Aggiungere 100 ml di acqua calda affinché si cuociano e, una volta cotti, aggiungere la salsa,  aggiustare di sale, e aggiungere il basilico;
Nel frattempo mettere a cuocere il riso in acqua salata;
Quando la salsa avrà raggiunto il bollore, aggiungere i cubetti di prosciutto e lasciare il sugo sul fuoco per altri 5 minuti;
Quando anche il riso sarà cotto, scolarlo e condirlo con il sugo, e con metà della Crescenza a fiocchi, continuando a mantecare;
Versare il tutto in un tegame antiaderente e utilizzare la restante Crescenza per condire la superficie del timballo;
Infornare in forno statico, precedentemente riscaldato  a 170°, per 20′ (facendo in modo che il timballo non si secchi nel forno);
Una volta cotto, estrarre il tegame dal forno e servire il nostro timballo di riso!

Pasta al salmone

La pasta al salmone é un gustoso primo da preparare velocemente, che lascerà soddisfatti i palati dei vostri commensali!

Per 3 persone

Ingredienti:

230gr di filetto di salmone al naturale
Una noce di burro
30 ml di grappa
3 cucchiai di pomodoro pelato
400 ml di panna da cucina (preferibilmente ad alta digeribilitá)
Sale q.b.
Erba cipollina essiccata q.b.
240 gr di pasta

Procedimento:

In una casseruola antiaderente far sciogliere una noce di burro con fiamma bassa e non appena si è  sciolto, saltarci il filetto di salmone (Per praticità  potete usare quello in scatola che si trova al supermercato), in caso di filetto fresco andrà pulito, lavato e tagliato a tocchetti, prima di essere saltato nel burro;
Nel frattempo mettere sul fuoco a fiamma viva, una pentola con l’acqua per lessare la pasta;
Dopo aver fatto saltare il salmone nel burro, bagnarlo con la grappa e lasciarla sfumare;
Unire al composto il pelato e un mestolo d’acqua bollente e portare a bollore per un paio di minuti;
A questo punto aggiungere la panna da cucina e aggiustare col sale e l’erba cipollina, che darà quel tocco in più al sapore del piatto;
Aggiustare di sale anche l’acqua per la pasta, che dovrà essere cucinata non appena l’acqua avrà  raggiunto il bollore;
Far cuocere la salsa, evitando che arrivi al bollore e spegnere la fiamma;
Scolare la pasta cotta al dente e amalgamarla con la nostra salsa;
Impiattare e aggiungere un’altra spolverata di erba cipollina.
Buon appetito!

La torta della suocera

“La torta della suocera”, pare si chiami così per la rapidità con cui può essere preparata, permettendo alla nuora di ottemperare a tutte le faccende domestiche, in attesa della visita della suocera. Vista la facilità di realizzazione, può essere una buona soluzione per deliziare gli ospiti che hanno deciso di venirci a trovare, dando un margine di avviso molto piccolo.

Ingredienti

3 uova;

10 cucchiai di zucchero;

10 cucchiai di farina;

200 ml. di panna;

1 bustina di vanillina;

1 bustina di lievito;

Burro per ungere il tegame

Procedimento:

Montare la panna in modo fermo con le fruste elettriche o in una planetaria, e metterla a riposare in frigo;
Mentre la panna è  in frigo, in una ciotola capiente unire alle uova intere lo zucchero e montare il tutto o con l’ausilio delle fruste elettriche oppure di una planetaria, fino ad ottenere una crema spumosa;
Unire alla crema così ottenuta, la panna montata, continuando a mescolare con le fruste elettriche;
Setacciare la farina insieme al lievito e alla vanillina;
Unire le polveri alla crema con l’aiuto di una spatola, avendo cura di mescolare il tutto, fino ad ottenere un composto omogeneo;
Preriscaldare il forno a 160°;
Imburrare e infarinare una tortiera del diametro di 18 centimetri, per poi versare all’interno il composto e infornare per 40 minuti;
Trascorso il tempo di cottura fare la prova stecchino e, se la torta è ben cotta, sfornarla e lasciarla freddare;
Sformarla dallo stampo e decorarla con dello zucchero a velo per poi servirla.
Essendo una torta secca, può  essere accompagnata a delle creme, come quella al cioccolato, al latte, alla nocciola, o a qualunque incontri il vostro gusto.

Fonte: le mille e una bontà di Franci

Lasagne bianche funghi e speck

Un primo piatto d’effetto che trasforma un giorno qualunque, in un giorno speciale.

 

 

 

 

 

Ingredienti per 6 persone:

500 g di lasagne di pasta di semola di grano duro già pronte ad andare in forno
1 kg di funghi champignon
prezzemolo q.b.
1 spicchio di aglio
200 g di speck tagliati a fiammiferi (reperibili in vaschetta nei banco frigo dei supermercati)
150 g di parmigiano
olio evo
sale

Per la besciamella:

1 litro di latte
80 g di farina
70 g di burro
sale q.b.
un pizzico di noce moscata

Procedimento:

Lavare e pulire i funghi, per poi ridurli in fette sottili;
Far rosolare l’aglio con olio evo su fiamma bassa e aggiungere i funghi che condiremo con prezzemolo sminuzzato finemente, aggiustare di sale e portare a cottura, un paio di minuti prima che i funghi siano pronti, unire lo speck per farlo rosolare.

Per preparare la besciamella:

Far scaldare il latte su fiamma bassa e aggiungere il sale, il burro e la farina poco alla volta mescolando con una frusta manuale per evitare grumi;
Aggiungere la noce moscata e continuare a mescolare fino a quando la besciamella si sarà  addensata.

Passiamo a comporre il nostro piatto:

Stendere uno strato sottile di besciamella sul fondo di una teglia capiente, adagiarci uno strato di lasagne, facendo in modo di sovrapporle di qualche millimetro tra di loro, per creare uno strato omogeneo; sulla lasagna stendere uno strato di besciamella, e i funghi con lo speck, e spolverare con poco parmigiano;
Continuare a sovrapporre strati fino ad esaurire gli ingredienti, ma condire l’ultimo strato di lasagna solo con besciamella e parmigiano.

Infornare le lasagne in forno preriscaldato a 160° per circa mezz’ora, e sfornare quando sono dorate, avendo cura di lasciarle riposare un quarto d’ora prima di servirle.

Fonte: giallo zafferano

Tortini al cioccolato dal cuore morbido

Una coccola per la gola e per le carenze d’affetto, i tortini al cioccolato dal cuore morbido, sono una vera e propria delizia per gli amanti del cioccolato… vediamo in quanti riescono a resistervi senza testare la ricetta…

Ingredienti per 8 tortini:

200 gr di cioccolato fondente
180 gr di burro
160 gr di zucchero
4 uova
40 gr di farina 00
cacao amaro
zucchero a velo

Procedimento:

In un pentolino dal fondo spesso, far sciogliere il burro e il cioccolato tagliato a pezzetti;
Trasferire il composto in una ciotola e aggiungere lo zucchero mescolando;
Incorporare le uova una per volta facendo in modo che l’impasto assorba bene uno prima di aggiungere il seguente;
In ultimo aggiungere al composto la farina;
Imburrare e cospargere di cacao i pirottini in modo meticoloso, affinché  i tortini non si rompano estraendoli dai pirottini stessi;
Riempire 8 stampini, con l’ausilio di un cucchiaio o un mestolo, per poco più della metà della loro altezza;
Mettere a riposare i tortini al cioccolato in freezer per 1 ora, in modo da far congelare lo strato superficiale;
Poco prima dello scadere di quest’ora, preriscaldare il forno ventilato a 200°C, statico a 220° C, e una volta raggiunta la temperatura, infornare i tortini e cuocerli per 15-18 minuti;
I tempi di cottura sono indicativi e possono variare da forno a forno, è  quindi consigliabile controllare di continuo, fino a quando non si vedrà una crosticina in superficie e ai lati, mentre i pirottini risulteranno morbidi, prestare attenzione è importante perché  altrimenti si rischia di non ottenere il cuore caldo;
È  consigliabile fare la prova su uno prima di estrarli tutti dal forno;
Una volta estatti dal forno, estrarli dai pirottini, e servirli capovolti e cosparsi di zucchero a velo!
Fonte: misya

Pettole pugliesi

Tipica ricetta pugliese, le pettole, deliziose frittelle che con la loro preparazione decretano l’inizio delle festività natalizie, possono essere servite e mangiate così come indicato a fine ricetta, oppure variando la stessa con l’aggiunta di verdure cavoli o alla pizzaiola in fase di preparazione.

Ingredienti:

500 g. di farina 00
400 g. di acqua
15 g. di sale
un cucchiaino di zucchero
1 cubetto di lievito di birra
Olio di semi di arachidi per friggere

Procedimento:

In una ciocola capiente versare e mescolare tutti gli ingredienti, avendo cura di ultilizzare acqua leggermente tiepida;
Continuare a mescolare fino a quando non si avrà un impasto omogeneo, elastico e morbido (non liquido);
Avvolgere la ciotola in un canovaccio e riporla in forno spento, ma con la luce accesa per permettere all’impasto di lievitare;
Quando avrà raddoppiato il suo volume (dopo un paio d’ore) si può passare alla frittura;
Riempire una pentola dai bordi alti con l’olio di semi di arachidi, e farlo scaldare, una volta raggiunta la giusta temperatura, con l’ausilio di un cucchiaio prendere un piccolo quantitativo di impasto e farlo scivolare nell’olio;
Ripetere questa operazione il numero di volte necessario per evitare che le pettole si sovrappongano nella pentola;
Inoltre si consiglia di tenere costantemente sotto controllo la temperatura dell’olio per evitare che sia troppo bollente (rischiate di bruciare le pettole), o poco caldo (le pettole assorbono molto olio e perdono in croccantezza);
Man mano che vengono fritte mettere le pettole su della carta assorbente.
La caratteristica di queste frittelle è che sono croccanti fuori e morbide dentro, per cui una volta fatte  freddare il necessario per essere mangiate, si può decidere se mangiarle al naturale o cosparse con dello zucchero, a voi la scelta e buon appetito!

Fonte: a pancia piena

Cosce di pollo al forno con patate

Una ricetta veloce per una piatto completo e saporito

Ingredienti per 4 persone

8 cosce piccole (o 4 grandi) private della pelle
700 gr di patate
Olio evo q.b.
Paprika dolce q.b.
Sale q.b.
Origano q.b.
Preparato di spezie per patate q.b.

Lavare le cosce di pollo e porle in una coppa larga a sponde alte;
Condirle a piacere con olio evo e paprika;
Lasciare riposare per 30′
Lavare e pelare le patate, tagliarle a spicchi di medie dimensioni e porle in una coppa larga a sponde alte;
Condire con olio e preparato di spezie a piacimento;
Preriscaldare il forno a 200° con forno statico, o 180° se ventilato;
Unire patate e pollo all’interno di un tegame antiaderente, condirli con rosmarino a piacere e aggiustare di sale;
Ricoprirli con l’acqua e porre il tegame su fiamma bassa fino a far ridurre di un terzo l’acqua;
Porre il tegame in forno, sulla leccarda posizionata al centro, fino a ultimazione della cottura del nostro prelibato piatto.

Cheesecake al limone

La cheesecake al limone è un dolce versatile, adatto per una fresca merenda estiva, così come per un dopo pasto a base di pesce.

Ingredienti per uno stampo da 22cm:

400 gr di biscotti digestive
160 gr di burro
330 gr di philadelphia
80 gr di zucchero a velo
125 gr di yogurt al limone
1 limone
8 gr di gelatina in fogli
200 ml di panna per dolci

Ingredienti per la gelatina:

60 gr di zucchero
2 cucchiai di maizena
300 ml di acqua
1 limone
1/2 fiala di colorante alimentare giallo

N.B. I limoni devono essere succosi, altrimenti utilizzarne 2 nella crema e uno nella gelatina

Montare la panna e riporla nel frigorifero;
Far sciogliere il burro a bagnomaria e contemporaneamente utilizzare il mixer per sminuzzare finemente i biscotti per poi mescolarli insieme al burro fuso fino ad ottenere un composto omogeneo;
Versare il composto così ottenuto sul fondo di uno stampo a cerniera, aiutandosi col dorso di un cucchiaio per compattarlo e livellarlo, e una volta ultimata questa operazione, riporre lo stampo in frigo;
Far ammorbidire i fogli di gelatina in acqua fredda, per poi strizzarli e porli in un pentolino antiaderente assieme ad un cucchiaio di latte, e farli sciogliere su una fiamma bassa;
In un’ampia ciotola lavorare a crema la philadelphia e lo zucchero a velo, per poi aggiungere lo yogurt al limone, la scorza grattugiata ed il succo di limone;
Lavorare a crema il composto quindi aggiungere la gelatina sciolta e mescolare;
In ultimo aggiungere alla crema del cheesecake la panna montata.
Amalgamare la crema con un cucchiaio di legno fino ad ottenere una crema liscia e omogenea;
Estrarre dal frigorifero lo stampo a cerniera e versare sulla base di biscotti il composto ottenuto, livellandolo il più possibile, per poi riporlo nuovamente in frigo per 2 ore;
Trascorse le due ore, preparare la gelatina al limone per la guarnizione:
In un pentolino unire allo zucchero, l’amido di mais e la buccia di limone, grattugiata finemente, e mescolare;
Aggiungere l’acqua e il succo di limone e mescolare, quindi accendere la fiamma e portare ad ebollizione, avendo cura di mescolare il composto di continuo, si consiglia l’ausilio di una frusta manuale per evitare grumi; dopo aver portato ad ebollizione, prolungare la cottura per altri 5 minuti o comunque fino a che la gelatina non si sarà addensata, quindi aggiungere il colorante giallo.
Lasciar raffreddare la gelatina quindi riprendere la cheesecake al limone dal frigo, e versarla su tutta la superficie del dolce.
Rimettere la cheesecake in frigo per un’ora quindi estrarla dallo stampo a cerniera, per disporla su un piatto da portata e guarnirla a piacere, con decorazioni ricavate da limone fresco.
A questo punto non resta che, tagliarla e deliziare il palato!

Fonte www.misya.it

La ricetta della cheesecake salata salmone e rucola con base di tarallini

Tra le ricette perfette sempre ma soprattutto d’estate la ricetta della cheesecake salmone e rucola. E’ una ricetta salata, un antipasto perfetto, uno snack da servire in tante occasioni. La cheesecake con salmone e rucola e ovviamente formaggio è una vera delizia, la base di tarallini tritati e burro si prepara in pochi minuti come tutto il resto. Ovviamente la cheesecake salata va in frigo ma per almeno tre ore poi si completa il tutto. E’ una delle ricette de Il cucchiaio d’argento da non perdere, una ricetta che farà felici tutti e sarà il vostro successo. Ecco come si fa questa cheesecake con salmone e rucola.

Cheesecake salmone e rucola

Ingredienti: 250 g di tarallini, 120 g di burro – Per la farcia 300 g di ricotta di mucca, 50 g di stracchino, 200 g di formaggio tipo Philadelphia, 100 g di rucola, 250 g di salmone affumicato, 1 cucchiaio di semi di papavero

Preparazione: frulliamo finemente i tarallini con l’aiuto di un robot da cucina.

Nel pentolino sciogliamo il burro e uniamo ai tarallini frullati, amalgamiamo.

Sistemiamo il composto in una tortiera a cerniera e con il dorso del cucchiaio stendiamo e compattiamo bene.

Passiamo alla farcia: amalgamiamo in una ciotola i formaggi cremosi.
Laviamo la rucola e uniamo spezzettata ai formaggi, amalgamiamo il tutto.

Versiamo il ripieno nello stampo e livelliamo.
Conserviamo in frigo per minimo tre ore-

Sformiamo la cheesecake e solo al momento di servire disponiamo sopra le fette di salmone affumicato.
Completiamo con i semi di papavero e la rucola.
Fonte: cucchiaio.it

Dolce ricotta noci e cioccolato

400 gr di farina

400 gr di ricotta a basso contenuto di lattosio

3 uova

240 gr di miele

140 ml di latte

75 gr di noci

50 gr di gocce di cioccolato fondente

2 buste di lievito per dolci (tipo pan degli angeli)

Zucchero a velo q.b.

Mettere in una terrina farina, ricotta, uova e miele e miscelare tutto con un cucchiaio; incorporare un po’ di latte e continuare a mescolare il tutto; Tritare grossolanamente le noci desgusciate e unire all’impasto assieme alle gocce di cioccolato e mescolare il tutto; aggiungere il lievito e il restante latte e continuare a mescolare fino ad ottenere un composto morbido e privo di grumi.

Preriscaldare il forno statico a 200° Rivestire una teglia a cerniera del diametro di 30 cm con carta da forno e versare l’impasto all’interno, livellandolo con l’aiuto del dorso del cucchiaio.

Infornare il dolce per 45′, avendo cura di posizionare il tegame sulla griglia centrale del forno.

Una volta sfornato e fatto raffreddare, guarnire con lo zucchero a velo se è di vostro gradimento.